Dolomites nel segno di Tadei Pivk

In campo femminile detta legge Laura Orgue’

Gran successo per la Dolomites Skyrace, giunta alla sua 19esima edizione: per il secondo anno consecutivo a salire sul gradino più alto del podio è il friulano del Team Crazy Idea, Tadei Pivk. Il campione del mondo di specialità ha fermato il crono in 2h03’39”. Alle sue spalle l’eroe che non ti aspetti, Stian Overgaard Aarvik, norvegese già Team Salomon staccato di due minuti, terzo, dopo una salita tutta all’attacco, il compagno di squadra Martin Anthamatten; lo svizzero era primo in cima al Piz Boè ma si è dovuto arrendere agli attacchi del fenomeno friulano, uno specialista nelle discese. Quarta piazza per Martin Stofner davanti al premanese Mattia Gianola (Team Crazy), protagonista di un grandissimo recupero in discesa per la Val Lasties. Nei dieci anche Stefano Gardener (Us Cornacci), Leo Viret, Jan Margarit Solè (sul podio alla Livigno Skymarathon), il forte junior scialpinista Team Salomon Davide Magnini e Adrien Michaud (Scott Running).

FEMMINILE – Al femminile doppietta per Laura Orguè: la spagnola del Team Salomon dopo il successo al Vertical del venerdì ha condotto tutta la gara e, dopo essere transitata prima al Piz Boè, è riuscita a resistere agli attacchi in discesa di Elisa Desco (Team Scott) presentandosi al traguardo di Canazei in 2h27’43”. Terza piazza e grande soddisfazione per la Francese Celia Chiron (Team Optisport) davanti ad un’agguerrita Maite Maiora (Team La Sportiva) e Yngvild Kaspersen (Team Salomon). Sesta Ragna Debats (Team Feec) poi Ekaterina Mityaeva (Adidas Outdoor) e Sheila Aviles Castano (Matxacuca).

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.