A quattro giorni dalla Pilaskyrace

Condizioni ottimali nella parte alta del percorso

Abbiamo effettuato ieri, domenica 13 dicembre, una ricognizione sul campo per verificare le condizioni della parte alta del percorso. In particolare ci interessava vedere la salita del Quis 2 e la cresta di collegamento con il Quis 1, quella spettacolare che corre a spartiacque fra Cogne e Pila. La pista che sale a monte della seggiovia del Quis 2 è perfettamente innevata ma ancora chiusa al pubblico: sarà questo uno dei punti più tecnici in cui si verificheranno gli attacchi approfittando della notevole pendenza del pendio. Muri intervallati da brevi tratti meno ripidi, su, fino alla stazione a monte e poi con tre tornanti fino al Rifugio Arno dove verranno tolti gli sci e la gara proseguirà lungo gli 800 metri da effettuare a piedi per raggiungere la stazione del Quiz 1.
Anche la cresta non ha presentato problemi di sorta: nessuna cornice insidiosa su Cogne, nemmeno insidiose placche di ghiaccio.
Tutto pronto dunque per questa grande manifestazione che prenderà il via venerdì con una breve sprint di circa 3 minuti in zona Scuola di sci per proseguire, con partenza a Gundersen alle sei di sera di sabato, con la gara vera e propria.
Alla domenica altra gara sempre con partenza ad inseguimento secondo i distacchi del giorno prima. Anche se questa non sarà più valida come prova di Coppa del Mondo si prevede che gli atleti d’élite siano tutti al via. Al via, ovviamente, anche noi con le macchine fotografiche e le cineprese.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.