A Premana assegnati i titoli italiani giovani 2013

Quasi 100 giovani alla Scialpinistica del Pizzo dei Tre Signori

Il vento freddo a raffiche in una bella giornata ha caratterizzato il Campionato italiano giovani, che si è corso questa mattina all’Alpe Paglio, sopra Premana, in occasione della classicissima Scialpinistica del Pizzo dei Tre Signori.  Gara tecnica: nulla di ‘alpinistico’, ma l’alternanza di terreni e di nevi ha caratterizzato questa edizione, dopo le bizze meteorologiche degli ultimi giorni.  

JUNIOR –
Sono partiti per primi in un clima ancora freddo, sulla neve dura della pista dismessa. Sulla prima salita Federico Nicolini ha tirato il gruppetto dei migliori, sgranandolo di pochi metri. Solo i cambi d’assetto e la discesa finale hanno dilatato seppur di poco i distacchi definendo le posizioni: lo junior campione italiano 2013 è Luca Faifer (SC. Alta Valtellina), che ha staccato di 23" Federico Nicolini (Brenta Team) e Nadir Maguet (SC. Corrado Gex) di 27". Ma vanno assolutamente citati anche il quarto, Michele Pedergnana (SC. Alta Valtellina) a 1′ 10", e Stefano Stradelli (SC. Corrado Gex) quinto classificato: grande spettacolo in discesa, e in generale la categoria più combattuta.  

Tra le ragazze junior Alba De Silvestro (Dolomiti Ski alp) è la campionessa italiana 2013, e anche oggi ha inflitto un distacco pesante alle avversarie: per lei 58′ 50" di gara, 8′ 27" in più per Erica Rodigari e 10′ 31" per Natalia Mastrota, entrambe dello SC. Alta Valtellina.  

CADETTI –  Davide Magnini (Brenta Team) vince il titolo 2013 come da pronostico, guadagnando metri in salita e secondi nelle inversioni e nei cambi d’assetto. Pietro Canclini (SC. AltaValtellina) contiene i danni, poi gli recupera qualcosa nelle discese con una maggiore velocità di punta, e alla fine giunge secondo a 1′ 13". Al terzo posto il distacco sale a oltre 5′ per Gabriele Leonadi (Brenta Team).

Nell’affollata categoría femminile la neo campionessa italiana cadette Giulia Compagnoni (SC.Alta Valtellina) sta migliorando in discesa. Dopo un’ora di gara stacca Giulia Murada (Polisportiva Albosaggia) di 7′ 18", e di altri 13" Laura Corazza (Dolomiti Ski alp).  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.